Convegno internazionale 'Pietro Martinetti, filosofo europeo: un ponte tra culture'

Giovedì 8 e venerdì 9 ottobre 2015, biblioteca civica MoviMEnte, Chivasso

Sabato 10 ottobre 2015, centro congressi 'Pietro Martinetti', Castellammonte

 

È dedicato al pensiero di Piero Martinetti (Pont Canavese, 21 agosto 1872 –Cuorgnè, 23 marzo 1943), unico filosofo universitario italiano a essersi rifiutato di prestare il giuramento di fedeltà al fascismo, figura di spicco nel dialogo tra la cultura italiana e quella europea di inizio Novecento, il Convegno Internazionaleche il Centro di Studi e Ricerche “Antonio Rosmini” del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento, con il patrocinio del Comune di Chivasso, del Comune di Castellamonte, dell’IIS “Europa Unita di Chivasso, della Fondazione “Casa e Archivio Piero Martinetti” Onlus di Spineto di Castellamonte e della Fondazione “Piero Martinetti” di Torino, organizza per i giorni 8 e 9 ottobre a Chivasso e per il giorno 10 ottobre a Castellamonte. 

 

Martinetti è stato uno dei primi mediatori, nell’ambiente filosofico del nostro paese, dei dibattiti che, intorni ai grandi temi della metafisica, dell’eredità del criticismo, dell’etica, della filosofia della religione, della filosofia della storia e del confronto con culture ‘altre’, si svolgevano soprattutto in area tedesca. Non solo Kant, ma anche autori come Schleiermacher, Fichte, Heinrich Scholz, Afrikan Špir, Rudolf Eucken ed Ernst Troeltsch hanno trovato in Italia accoglienza e diffusione soprattutto grazie a lui. 
 
Conformemente alle finalità del Centro di Studi e Ricerche “Antonio Rosmini”, l’idea ispiratrice del Convegno – che è il primo dedicato al suo pensiero a tenersi interamente nei luoghi di origine del filosofo – è quella di accostare, in una stessa comunità di ricerca, studiosi già affermati e ricercatori più giovani, nell’intento così di unire, all’esperienza, anche i nuovi impulsi che possano provenire dalla ricerca più avvertita e aggiornata. 
 
Il Convegno si articolerà in tre sessioni presso la Biblioteca civica MoviMEnte di Chivasso e in una quarta conclusiva sessione presso il Centro Congressi “Piero Martinetti” di Castellamonte.
Nella prima sessione, presieduta da Guido Ghia e intitolata “Un cittadino europeo nato per caso in Italia”, si offrirà un inquadramento storico-biografico del pensatore canavesano, che ha pagato con l’isolamento e l’oblio la fedeltà ai propri ideali di libertà di coscienza, e lo si metterà a confronto con la tradizione del protestantesimo. 
 
Nella seconda sessione, preseduta da Silvano Zucal e intitolata “Martinetti interprete della filosofia europea”, si prenderà in esame la statura eminentemente europea della produzione filosofica martinettiana, approfondendone in specifico il confronto con la tradizione del pensiero religioso liberale (Kant, Lessing, Schleiermacher, Afrikan Špir), con l’idealismo tedesco e italiano (in particolare, Hegel e Gentile) e con Schopenhauer.
 
Nella terza sessione, presieduta da Alessandro Palazzo e intitolata “Trametafisica ed etica”, oggetto di analisi saranno l’elaborazione martinettiana di una metafisica dell’intuizione e dell’individuazione, la sua etica dell’amore e in specifico del matrimonio, nonché il suo colloquio con la filosofia dello hindūismo. 
 
Concluderà il convegno, dopo una visita alla Casa e Archivio di Pietro Martinetti a Spineto di Castellamonte, una quarta sessione, presieduta da Maria Cristina Fenoglio Gaddò e intitolata “Martinetti e il genio religioso”. In essa, dopo un inquadramento sulla fortuna del pensiero martinettiano in Italia, in particolare nei suoi rapporti con il modernismo, si analizzerà il volume Gesù Cristo e il cristianesimo, originariamente pubblicato da Martinetti, in due volumi, nel 1934 e recentemente rieditato in edizione critica dalla Morcelliana di Brescia e si affronterà la questione del rapporto di Martinetti con la figura di Rosmini e il rosminianesimo.
 
Programma
 
Giovedì 08.10.15
 
Biblioteca civica MOviMEnte – P.le 12 Maggio 1944 n. 8, Chivasso
 
h. 15:00 Saluto di Libero Ciuffreda, Sindaco del Comune di Chivasso
 
 Saluto di Giulia Mazzoli, Assessora alla Istruzione e alla Cultura del Comune di Chivasso
 
-Prima Sessione
 
«Un cittadino europeo nato per caso in Italia»
 
Introduce il convegno e presiede la sessione:Guido Ghia (IIS Europa Unita, Chivasso)
 
h. 16:00 Fabrizio Spegis (IIS Europa Unita, Chivasso) Martinetti e le sue origini canavesane. Un inquadramento storico-biografico di un pensatore libero
 
h. 16:30 Fabrizio Meroi (Università di Trento): Martinetti e il protestantesimo
 
h. 17:00 Discussione
 
 
 
Venerdì 09.10.15, Biblioteca civica MOviMEnte – P.le 12 Maggio 1944 n. 8, Chivasso
 
-Seconda Sessione
 
Martinetti interprete della filosofia europea, Presiede: Silvano Zucal (Università di Trento)
 
h. 9:00 Lorena Cebolla (Università di Trento): Il neokantismo religioso di Martinetti
 
h. 9:30 Guido Ghia (IIS Europa Unita, Chivasso): Lineamenti di un idealismo religioso. Martinetti lettore di Afrikan Špir
 
h. 10:00 Discussione
 
h. 10:30 Pausa
 
h. 11:00 Omar Brino (IIS Vittorio Colonna, Roma): Egli «non chiede all'idealismo quello che gli chiediamo noi». L'interpretazione dell’idealismo tedesco in Martinetti e in Gentile
 
h. 11:30 Amedeo Vigorelli (Università di Milano): Letture schopenhaueriane di Martinetti
 
h. 12:00 Discussione
 
 
-Terza Sessione
 
Tra metafisica ed etica, Presiede: Alessandro Palazzo (Università di Trento)
 
h. 15:00 Marcello Neri (Università di Flensburg): Il sapere dell’intuizione e il lavoro della ragione
 
h. 15:30 Sandro Mancini (Università di Palermo) L’individuazione nella metafisica martinettiana 
 
h. 16:00 Discussione
 
h. 16:30 Pausa
 
h. 17:00 Silvano Zucal (Università di Trento): Un testo “eretico” di Martinetti sul matrimonio
 
h. 17:30 Alberto Pelissero (Università di Torino): Martinetti e il pensiero religioso hindū
 
h. 18:00 Discussione
 
 
Sabato 10.10.15
 
(h. 9:00 Visita della Casa e Archivio di Piero Martinetti a Spineto di Castellamonte)
 
Centro Congressi “Piero Martinetti” – P.zza della Repubblica –Castellamonte 
 
h. 10:15 Saluto di Nella Falletti, Assessore alla Cultura del Comune di Castellamonte
 
-Quarta Sessione
 
Martinetti e il genio religioso
 
Presiede: Maria Cristina Fenoglio Gaddò(Presidente Fondazione “Casa e Archivio Piero Martinetti” )
 
h. 10:30 Francesco Ghia (Università di Trento), Martinetti e il modernismo. Aspetti della fortuna e della ricezione del pensiero martinettiano in Italia
 
h. 11:00 Luca Natali (Università di Milano), Fede e Ragione nel “Gesù” di Martinetti
 
h. 11:30Markus Krienke (Università di Lugano) Martinetti e la “polemica su Rosmini” 
 
h. 12:00 Discussione finale e conclusioni del Convegno